Storia della filosofia moderna. Da Cartesio a Hegel e Rosmini

SA 2019-2020 - Ects: 6

Obiettivo: si percorrono i principali filosofi dell’età moderna da Cartesio a Hegel e Rosmini, concentrandosi sulle loro idee intorno al soggetto, all’assoluto e alla libertà.

Descrizione: il pensiero moderno viene presentato come problema del soggetto in rapporto all’assoluto, tematizzando in modo particolare l’evoluzione delle categorie della metafisica (soprattutto la sostanza e la causalità) attraverso i vari paradigmi da Cartesio fino a Hegel e Rosmini. In tal modo la modernità filosofica è caratterizzata da una serie di confronti profondi con l’intera gamma dei problemi metafisici, da posizione critiche e affermative di metafisica, che possono essere letti tutti in una prospettiva di filosofia cristiana.

Metodologicamente, si presentano gli autori centrali per l’evoluzione del pensiero moderno tramite l’analisi di una o due delle loro opere principali. Una scelta di tesi e una dispensa completa saranno messe a disposizione.

Didattica: lezioni frontali con l’aiuto di mezzi didattici (power-point, schemi…), dopo ogni lezione viene messo a disposizione un breve riassunto. Possibilità di porre domande e interagire con il docente durante le lezioni o negli orari di ricevimento.

Modalità di valutazione: esame orale di 20 minuti; le modalità dettagliate dell’esame saranno comunicate nella prima lezione.

Bibliografia essenziale:

  • Costantino Esposito/Pasquale Porro, Filosofia moderna, Laterza, Roma-Bari 2011.
  • Leonardo Messinese, Il problema di Dio nella filosofia moderna, Lateran University Press, Città del Vaticano 2017.
  • Sofia Vanni Rovighi, Storia della filosofia moderna, con la collaborazione di A. Bausola, 2 voll., La Scuola, Brescia 1976-1980.

Parte monografica tenuta dal Dr. Samuele Tadini: Samuel Taylor Coleridge: “a Platonic Completion”. Poesia e metafisica fra kantismo e platonismo

Obiettivo: tentare una ricostruzione della metafisica di Coleridge, alla luce di una interpretazione complessiva del suo pensiero filosofico-poetico.

Descrizione: il corso è rivolto principalmente a studenti desiderosi di conoscere il pensiero filosofico di Samuel Taylor Coleridge. Poeta, filosofo, critico letterario e teologo, Coleridge ha contribuito alla diffusione del kantismo in Inghilterra e ha proposto una suggestiva forma di “completamento” del pensiero di Kant tramite il platonismo, al termine di uno straordinario percorso intellettuale in cui sono confluiti elementi letterari e filosofici, politici e religiosi, teologici e mistici, non disgiunti da una biografia ricca di spunti eccezionalmente stimolanti e riscontrabili pure in una produzione ricca e frammentaria che merita di essere adeguatamente considerata nel contesto del romanticismo europeo e nordamericano.

Bibliografia essenziale:

  • Coleridge, Samuel Taylor, Quarta conferenza, dalle Conferenze del 1818-1819 sulla storia della filosofia, in Opere in prosa, a cura di F. Cicero, Bompiani, Milano 2006, pp. 1062-1077;
  • Tredicesima conferenza, dalle Conferenze del 1818-1819 sulla storia della filosofia, in Opere in prosa, cit., pp. 1332-1336;
  • Capitolo 2, dalla Logica, in Opere in prosa, cit., nn. 20-28, pp. 2027- 2038;
  • Sulla differenza di genere tra ragione e intelletto, dai Sussidi per la riflessione, in Opere in prosa, cit., pp. 1514-1527; pp. 1546-1562 [le parti indicate verranno fornite dal docente in formato digitale].

Altre indicazioni bibliografiche verranno fornite durante il corso.

Date di lezione del Dr. Tadini: 13, 20, 27 novembre 2019 e 4, 11, 18 dicembre 2019

ISFI