Storia della filosofia contemporanea (parte I)

SP 2019-2020 - Ects: 3

Parte tenuta dal Prof. Fabris

Obiettivo: approfondire alcuni autori del pensiero del Novecento, in particolare appartenenti alla tradizione cosiddetta “continentale”. Saranno perciò esaminate e discusse le tesi di alcuni esponenti dell’ermeneutica contemporanea: da Dilthey a Heidegger, fino a Gadamer.

Descrizione: il corso si dedicherà alla ricostruzione e all’approfondimento del filone principale dell’ermeneutica filosofica contemporanea, attraverso l’analisi di alcuni dei suoi più significativi esponenti. Dopo aver ricostruito la storia dell’ermeneutica e aver chiarito in che cosa consiste la svolta filosofica di questa disciplina, con il pensiero di F.D.E. Schleiermacher, il corso si dedicherà ad analizzarne gli sviluppi presentando e discutendo il pensiero di W. Dilthey, M. Heidegger e H.-G. Gadamer. Ciò sarà anche l’occasione sia per mostrare i legami dell’ermeneutica contemporanea con lo storicismo, da un lato, e con la fenomenologia, dall’altro, sia per mettere in questione gli ultimi esiti di questo filone di pensiero, che sembrerebbe essersi dissolto nel cosiddetto “pensiero debole”. Il riferimento ad alcuni esponenti dell’ermeneutica teologica contemporanea mostrerà invece che questo esito è dovuto a una lettura solo parziale e unilaterale di tale disciplina.

Didattica: lezioni frontali, seguite da discussione in classe.

Modalità di valutazione: esame orale sul programma indicato.

Bibliografia essenziale:

  • Franco Bianco, Introduzione all’ermeneutica, Laterza, Roma-Bari 1998,
  • Dilthey, La nascita dell’ermeneutica, Il nuovo melangolo, Genova 2013,
  • Hans Georg Gadamer, Verità e metodo, Bompiani, Milano 2000.
ISFI