Le origini dello scetticismo antico: il “Teeteto” di Platone

SP 2018-2019 - Ects: 3

Obiettivo del corso: il corso affronterà il testo platonico “Teeteto”.

Modalità di valutazione: esame orale

Contenuto del corso:

  • la struttura del “Teeteto”;
  • differenti interpretazioni complessive del “Teeteto”: interpretazione maieutica, unitaria e dialettica;
  • la risposta alla domanda ‘Che cos’è la conoscenza?’ basata su una lista di tipi di conoscenza (prima definizione di conoscenza);
  • la struttura della discussione della ‘tesi di Teeteto’, ossia la tesi che la conoscenza è sensazione (seconda definizione di conoscenza, 151d‒187a);
  • il sostegno alla ‘tesi di Teeteto‘: la dottrina di Protagora che l’uomo è misura di tutte le cose e la dottrina segreta di Protagora (flusso eracliteo);
  • la traduzione italiana dei termini ‘aisthesis’ (‘sensazione’) ed ‘epistemē’ (‘conoscenza’);
  • l’attacco diretto contro la ‘tesi di Teeteto‘ (184b–187a): un’argomentazione in tre stadi che introduce importanti tesi riguardanti il rapporto tra coscienza, sensazione e giudizio;
  • la definizione della conoscenza come giudizio vero (terza definizione di conoscenza): la discussione del giudizio falso (vari tentativi di giustificare l’esistenza del giudizio falso, falliscono tutti) e la refutazione della definizione;
  • la definizione della conoscenza come giudizio vero accompagnato da un discorso (logos) (quarta definizione di conoscenza): il sogno di Socrate e la distinzione di tre possibili significati di ‘discorso’, tutte le alternative sono refutate;
  • conclusione aporetica del dialogo. 

Bibliografia essenziale:

Traduzione italiana consigliata:

  • Cambiano, in Platone, Dialoghi filosofici, a cura di G. Cambiano, vol. ii, Torino 1981, pp. 223‒325.

Studi:

  • Bostock, Plato’s Theaetetus, Oxford 1988,
  • Burnyeat, The Theaetetus of Plato, Indianapolis and Cambridge 1990

Ulteriori approfondimenti sono consultabili sul sito dell’Istituto.

ISFI