Filosofia politica. L’uomo e lo stato

SP 2019-2020 - Ects: 3

Obiettivo: il corso introduce non solo nei centrali testi classici, moderni e contemporanei del pensiero politico, ma anche nella comprensione sistematica dello stato liberale secolare moderno: libertà e diritti, democrazia, sovranità, giustizia sociale.

Descrizione: dopo il chiarimento di cosa si intende con il moderno “stato liberale secolare” e come esso nasce, si affrontano gli autori principali del pensiero politico dall’antichità fino all’epoca contemporanea.

La parte sistematica si conentra si problemi dei diritti e della giustizia, della democrazia e della sovranità, del “ritorno della religione” e dell’etica della pace. Particolare attenzione è dedicata al dibattito intorno al rapporto tra stato di diritto e democrazia, da un lato, e alla sovranità nella teologia politica e nel pensiero biopolitico, dall’altro. Infine si approfondiscono in modo particolare le questioni intorno all’Unione Europea, dalla sua nascita con Adenauer, De Gasperi e Schuman, fino alla sua crisi attuale e la sfida dei nuovi popolismi/sovranismi.

Didattica: lezioni frontali con l’aiuto di mezzi didattici (power-point, schemi…), dopo ogni lezione viene messo a disposizione un breve riassunto. Possibilità di porre domande e interagire con il docente durante le lezioni o negli orari di ricevimento.

Modalità di valutazione: esame orale di 20 minuti, compresa la presentazione di un tema da parte dello studente della durata di ca. 4-5 minuti; le modalità dettagliate dell’esame saranno comunicate nella prima lezione.

Bibliografia essenziale:

  • Stefano Petrucciani, Modelli di filosofia politica, Einaudi, Torino, 2003,
  • Salvatore Veca, Giustizia e liberalismo politico, Milano, 1996,
  • Massimiliano Valente (ed.), Unione Europea. Storia di un’amicizia. Adenauer, De Gasperi e Schuman, Itaca, Castel Bolognese, 2017.
ISFI