Che cosa significa pensare? Parte moderna: la mente umana come costruzione del mondo (da Cartesio a Hegel)

SA 2019-2020 - Ects: 1.5

Obiettivo: il corso mira a ricostruire alcune delle risposte più significative –anche se alternative – alla domanda sul rapporto tra la mente umana e la realtà delle cose, che attraversa l’intera filosofia moderna, individuando nel pensiero il luogo costitutivo dell’io soggettivo e dell’oggettività del mondo.
Descrizione: a partire da Cartesio – sulla base dell’eredità del pensiero scolastico – la filosofia moderna si è impegnata a ridefinire la capacità (o incapacità) della mente umana nel percepire il mondo, costruire la realtà, rappresentare il vero.
Questa tendenza va seguita non soltanto attraverso l’esposizione di tesi e posizioni dottrinali diverse (empirismo, razionalismo, idealismo ecc.), ma soprattutto evidenziando la struttura “problematica” che sta all’origine di esse. Ogni dottrina filosofica, infatti, più che risolvere i problemi da cui nasce, in realtà li approfondisce e li trasmette. E questo perché la stessa natura del “pensare” umano consiste nella costante e irriducibile apertura di questioni, e dunque nella continua messa in “crisi” del nostro rapporto con il mondo. Da Cartesio a Hume, da Kant a Hegel si metterà in luce la dimensione “critica” e “trascendentale” che l’intelletto umano riconosce sempre alla realtà, ma anche la ridefinizione che ne segue di “natura umana”.
Didattica: lezioni frontali basate soprattutto sulla lettura, la contestualizzazione e l’interrogazione critica di passi significativi da testi classici della filosofia moderna.
Modalità di valutazione: esame orale.
Bibliografia essenziale:

  • René Descartes [Cartesio], Meditazioni metafisiche [o Meditazioni di filosofia prima], a cura di L. Urbani Ulivi, testo latino a fronte (trad. francese in Appendice), Bompiani, Milano 2001.
  • Costantino Esposito-Stefano Poggi, Filosofia moderna, a cura di G. D’Aniello, Raffaello Cortina Editore, Milano 2006 (passi da opere di Locke, Hume, Spinoza, Leibniz).
  • Immnuel Kant, Critica della ragion pura, a cura di C. Esposito, testo tedesco a fronte, Bompiani, Milano 2007.
ISFI